Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2014

L'INVERNO SI TINGE D'AURORA.

La pioggia era solo un mezzo per non sentirsi aridi.
Mentre i semafori dai colori ribaltati non si spengono mai.
Ci rimane la sete rabbiosa e le forbici
per tagliare tutto quello che non ci sta bene;
come le cose mai fatte.
Mi prendo la stanchezza, quella data dal tempo.
Un pugno al silenzio, quello che non ha mai detto nulla.
Cerco il tintinnio della pioggia in una luce d'inverno.
Sono le lacrime di gioia per la piccola aurora.

LE ASPRE BUGIE...Costantino Posa

Bugie aspre come gli agrumi, percorrono mari di incertezze. Lasciando tracce tra gli atolli di verità. Pensavo di conoscerla. Pensavo di essere diventato il custode dei suoi timori. Pensavo di credere di essere anche per lei come una lucina sempre accesa. Come un faro che indicasse sempre la via giusta. Ma non è così, per chi come lei fa della propria vita soltanto un gioco. Rinunciando ad emozioni e sensazioni
solo per il gusto del divertirsi.

ANTOLOGIA POETICA di Costantino Posa...anno 2014

MOMENTI DIVERSI.

Ci sono parole che sfuggono ... Si smarriscono.
Costruendo una rete di pensieri
dalla quale non si riesce più a venirne fuori.
Tante volte ci si sente come foglie alla fine dell'autunno.
Come se una parte di noi
si stacca da noi stessi per seguire il vento.
Come un pensiero sospeso nell'aria.
Lasciando solo alla pioggia
il gusto di scendere piano.
E' come prendersi a randellate
come fossimo bestie che rantolano.
Mentre l'asfalto che raccoglie
le nostre lacrime, si limita a dire:
Non posso farci niente, tutto è possibile.

AURORA.

Quel passaggio tra la notte e il giorno è una vita che chiede e aspetta. Come l'aurora spensierata e ride: "Voglio vedere il mattino" Voglio vedere il volto della mamma dopo aver ascoltato il suo cuore. Voglio ascoltare la voce di un papà. Ho immaginato il giorno e il buio se il buio dovesse continuare ad essere buio! e se per nascere per forza voglio essere aurora
una vita che precede il sorgere di un sole.