Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2013

SOLO A NATALE.

A Natale si può anche essere diversi. Si può restare in silenzio o scoppiettare come fuochi artificiali. Si può dire: "Domani faccio" o ... " Quanto ho fatto". Ci si può accontentare di essere presenti o rimpiangere chi Haimè...ormai non c'è. A Natale si può rincorrere il di più o fermarsi ad aiutare chi non ce la fa più. A me a Natale...piace ricordare. Restare anche un pò in disparte e condividere il mentre con chi c'è con chi c'era
e con chi ci sarà sempre.

E' NATALE, ma non per tutti.

QUANTI SUONI, QUANTI DONI, QUANTI CUORI ILLUMINATI. E' NATALE, MA NON PER TUTTI. E' NATALE PER CHI è BUONO. E' NATALE PER CHI HA CREDUTO. MA IL NATALE PER CHI NON C'E' O NON C'ERA, BLOCCATO DAL COLERA. E' NATALE PER CHI HA RUBATO, PER CHI HA TRADITO. E' NATALE ANCHE PER CHI HA UCCISO. MA NON PER CHI SOPRAVVISSUTO A TANTE SCOSSE E ALLA FAME, VIVE E MUORE DI COLERA. E' NATALE PER CHI HA ESAGERATO, UN PO' MENO PER CHI SI E' ACCONTENTATO. QUANTE LUCI, QUANTI TONI, QUANTE ORE ESASPERATE. E' NATALE, MA NON PER TUTTI.
NON LO E'....PER CHI HA CEDUTO.

M E L O D I A.

Prima o poiti dovrai svegliare.
Penso sia facileaprire la porta del tuo cuore.
Il tuo respiroche dormesi lascia fluire
tra le notedelle mie labbra
come una dolcemelodia
che trasformala tua assenzain essenza.
La tua anima come alitodi polo
si arroventatra le bracciadella mia mente.
Quello che di temi mancheràdomani:

Sarà soltanto l’affanno del tuo continuo cercareni,
sarà soltanto
l'affanno
del tuo continuo
cercare.

ASCOLTO.

Ascolto al mattino il silenzio. Ascolto il silenzio che mi accompagna. Il silenzio che mi parla, mi urla Ascolto le parole di chi mi ama. Ascolto l'inutilità di chi non ha capito. Nel silenzio che mi respira intorno, ascolto chi mi manca. Ascolto il vibrare di ogni "No". Riascolto il suono dei nostri "Si". Anche quando il mio cuore decide di restare in silenzio. Ascolto al mattino, la sera. La notte ascolto il mio silenzio, fatto sempre di  emozioni,
sensazioni  forti  di ogni mio silenzio.

PARETI VERDI.

La tua voce fissa sulla sabbia del mare come una sirena che ogni tanto appare. Mentre io escluso dal tempo mi ostino a cercare il sole per non dover cercare al buio delle tante notti l'unica luce di una stella che sa soltanto apparire. Quel desiderio di esserci lascerà soltanto un ronzio flebile del vento che ti ha portata via. Conoscerò la stanza dalle pareti verdi e mi convincerò che a ciascuno è dato e che ogni tanto
a ciascuno è tolto.