giovedì 20 giugno 2013

QUEL ROSEO DESIDERIO.


Fu una notte breve e agitata,
quella che mi portò a cercarti.
Quella che andò oltre i contorni
e gli orizzonti smisero di apparire rosei.
Fu un altra notte lieve,
quella che risvegliò l'aurora amata e lieve.
Quella che mi ricordò di trovarti
e quei tanti pensieri
accusati di essere incapaci
di pensare o di dimenticare.
Fu un altra notte breve e incantata.
Quella che ti lasciò tra le mie braccia
e gli orizzonti smisero
di non apparire più senza colori
e quei desideri
accusati di essere indesiderati
risero di tante notti brevi

all'apparir dei tuoi sguardi rosei.

PIU' di una MAMMA.

A te che sei lì come un filo d’erba con le dita ancorate in terra. A te dico, non aver paura nessuno potrà mai dimenticarti. Nessuno potr...