mercoledì 7 dicembre 2011

Quattro passi sulla luna.

 

Avevo bisogno di stare un pò da solo.
Ho fatto quattro passi sulla luna.
Da lì, ho rivisto la mia terra.
Da lì, mi è sembrata ancor più bella.
Di quel caos, non c'era niente.
Niente ori da inseguire. Vette da scalare.
Niente cuori da scaldare. Conti da saldare.
Un pò goffo mi sono detto: quasi, quasi qui ci resto.
Niente più telefonini.
Niente versi da cantare. Sogni da inseguire:
In questa calma celestiale  ho pensato:
ora accendo  il mio canale,
ma la cosa strana è che non avevo neanche quello.
In questa voglia di cambiare, non avevo più il mio mare.
Niente onde da inseguire. Niente vento da ascoltare
ed allora mi sono detto: vuoi vedere che resto solo.
Ho chiuso gli occhi ed ho pensato:
attraverso quella porta tra parole e sentimenti, rientro tra la gente.
Quando poi mi son svegliato un frastuono infernale,
però lei, accanto a me era ancora lì che dormiva

Nessun commento:

Posta un commento

PIU' di una MAMMA.

A te che sei lì come un filo d’erba con le dita ancorate in terra. A te dico, non aver paura nessuno potrà mai dimenticarti. Nessuno potr...