Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2011

LA STRADA RACCONTA di Costantino Posa.

LA STRADA RACCONTA.
Un tempo, la strada era quella
indicata dall'amore di una mamma.
Un tempo, la strada era quella
sognata, seguendo i passi di un papà.
...Un tempo, la strada era quella
ad occhi chiusi,
vista nel sorriso di un amore.
Come sempre la strada
alla fine si divide ad ogni bivio,
si confonde ad ogni incrocio.
Ci invita e ci iilude.
Ci dice: se vuoi, torna indietro
o segui quella lì
Un tempo,
i rintocchi dei nostri passi,
ci spingono più in là.
La strada, la nostra strada,
molte volte è in salita,
ci consola e poi si vola,
ogni volta che discende.
Quando poi chiudi gli occhi,
non importa se la strada
finisce inaspettata.
Solo tu ed il tuo cuore,
sà d'averla amata fatta.

ASCOLTO di Costantino Posa. "LISTENING"

LISTENING.
Listening tothemorningsilence.
Listening tothe silencethataccompanies me.
The silencethatspeaks to me,Iscream
I hear thewordsof one wholoves me.
Listening tothefutilityofthose whodid notunderstand.
In the silencethatIcan breathearound,
Imisslistening topeople.
Listening tothehum ofevery"No ".
Play backthesoundof our"Yes ".
Evenwhenmyheart
Decidestoremain silent.
Listeningin the morning,in the evening.
Thenightlistening tomy silence,
always madeof emotions,
strong feelingsofevery one of mysilence.

ASCOLTO.
Ascolto al mattino il silenzio.
Ascolto il silenzio che mi accompagna.
Il silenzio che mi parla, mi urla
Ascolto le parole di chi mi ama.
Ascolto l'inutilità di chi non ha capito.
Nel silenzio che mi respira intorno,
ascolto chi mi manca.
Ascolto il vibrare di ogni "No".
Riascolto il suono dei nostri "Si".
Anche quando il mio cuore
decide di restare in silenzio.
Ascolto al mattino, la sera.
La notte ascolto il mio silenzio,
fatto sempre diemozioni,
sensazion…

ESCUCHAR. di Costantino Posa

ESCUCHAR.
Escuchar elsilencio de la mañana.
Escuchar elsilencioquemeacompaña.
El silencioqueme habla,megrita
He oídolas palabrasdealguien quemeama.
Escuchar ala inutilidaddelosqueno entendía.
Enel silencioquese respiraen todo,
Echo de menoslos queescuchan.
Para escucharel zumbidodecada"no".
Reproduceel sonido denuestra"Sí".
Inclusocuando micorazón
Decidepermanecer en silencio.
A la escuchade la mañana,por la noche.
Lanocheescuchandoamisilencio,
siempre sehacedelas emociones,
fuertes sentimientos decada unodemi silencio.

I PENSIERI di Costantino Posa

I PENSIERI.

I pensieri...tu li segui, li ascolti, li lasci arrivare,
si accavallano, passano, urlano, ripassano.
Tutti vogliono far parte.
...Passano velocemente dal cuore alla mente.
Alcuni, allegri...vorrebbero restare e tu li vuoi trattenere.
Altri, meno belli, nervosi, irritano e tu vorresti....farli andare.
I pensieri si ...confondono tra presente, passato e futuro,
non ti ascoltano, vogliono soltanto mettersi in mostra.
I pensieri sussurrano, suggeriscono, fanno compagnia e non ti lasciano mai.
Certe volte portano scompiglio, ma sono gli unici che non ti lasceranno mai.

Oltre il limite...........Costantino Posa

OLTRE IL LIMITE. Tante volte mi chiedo, chi sono? Quanti sono i giorni del mio tempo? Cosa ho fatto per meritarmi tanto? Chi ha seguito i miei passi? Poi guardo avanti, sorvolando i brusii di quel tempo andato.  No, non posso convincermi. Non posso fermarmi ad una stazione intermedia. Sento di poter andare oltre. La mia vita non può terminare con il passare degli anni. Tutto quello che mi appartiene può continuare al di là del limite. I miei sogni. Le mie paure. Le voci del mio tempo, non possono svanire nel nulla. I miei errori, spesso mascherati. Le mie capacità a volte ignorate. I miei amori, tante volte strappati. Sono sicuro, li ritroverò ancora. Forse lì, al di là di quel limite ritroverò ancora, le voci di chi mi è mancato

Solo un attimo. di Costantino Posa

"Ci fu un tempo in cui
i tuoi occhi guardavano altrove.
Le cime del sentimento
apparvero coperte di nuvole.
I primi freddi
...come stranezze di un legame
coscienti.........ma inermi
incapaci di trasformarsi
in un'idea..........quella
di un riprendersi.
Quella di tornare ad essere
come una brezza marina,
in compagnia di parole
appena sussurrate.
Quella che fa vibrare
le ciglia di un voler sognare
per poi svegliarsi
in un bagno di luce
di una luna
mai stata così cosciente
di essere stata convincente
a farti dire.....sempre più forte:
Ti amo.
Quel ti amo
che ora traspare incerto,
mentre il mutismo degli anni,
ama perdersi nell'anonimato,
rendendo vano ogni tentativo
del nostro dire.
Il tempo non si corrompe,
ma sarei falso a dire:
Non ti amo più.
Il sorgere......."non più"
è solo una variante minore
di un amore sospeso
nel tempo di ogni istante."

BRIVIDO.

BRIVIDO. Brivido mozzafiato
per aver provato.
Brivido senza fiato
per aver lasciato.
Le cose son mutate
per aver usato
specchi deformanti
di alcune nostre amanti.
Tante usano parole
come pietre, fredde, dure.
Lo fanno anche al sole.
Tanti usano pietre dure
per aver tradito
come tante nostre
inutili parole.